Banali momenti speciali

Banali momenti speciali Book Cover Banali momenti speciali
Silvia Maira
Narrativa contemporanea \ Rosa
Genesis Publishing
3 Agosto 2016
eBook \ Cartaceo
177

"Un romanzo di vita vera, di amori perduti e ritrovati, di scelte non fatte e di imposizioni impossibili da sormontare. Banali momenti speciali è ambientato in una splendida e calda Sicilia, la nostra protagonista, sullo sfondo di un grave lutto, si ritroverà ad affrontare i problemi del quotidiano ma soprattutto a fare i conti con un passato misterioso e mai svelato. L’Autrice, con uno stile delicato e scorrevole, descrive sentimenti d’altri tempi, in cui l’amore familiare la fa da padrone. Dedicato agli amanti delle storie reali ma al tempo stesso romantiche, dove l'amore vive di mille sfaccettature calate in un'atmosfera tipicamente sicula, vivace ed estiva.”

I funerali di nonna Isadora riporteranno Isabella, quarantenne di origini siciliane, dopo vent’anni, nella terra natia. Il suo matrimonio con Sergio è in crisi. La nonna e i due figli sono gli unici affetti autentici della sua esistenza.
Sarà l’occasione per fare un viaggio a ritroso nel tempo, scavando nei propri ricordi di bambina e di adolescente, ritrovando le persone care che era stata costretta ad abbandonare. In questo percorso travagliato Isa dovrà affrontare una parte del suo passato che aveva cercato di dimenticare, per riappacificarsi prima di tutto con se stessa e risolvere gli enigmi della sua vita.
Un cammino intenso, nostalgico, dolcissimo e doloroso insieme, che porterà la protagonista ad interrogarsi sulla propria realtà, a dare risposte a quesiti che l’hanno tormentata per anni, a farle riscoprire quei banali momenti speciali che ha sempre desiderato.

“Banali momenti speciali” è un romanzo di narrativa contemporanea a forti tinte rosa che traccia un ritratto preciso e molto realistico dei problemi delle coppie in cui muore la passione.

L’autrice si prende molto tempo per approfondire egregiamente questo e altri argomenti di contorno, anche se il tema centrale è la crisi matrimoniale dei due protagonisti Isa e Sergio. Insieme hanno una famiglia e una vita normale come tanti, eppure a un certo punto subentra la routine e la noia tra loro. Lui si getta a capofitto nel suo lavoro di cardiologo, mettendo in secondo piano l’amore e la passione e lei inizia a sentirsi trascurata, senza più voglia di rimanere sposata con un uomo che non sembra più innamorato o interessato a lei.

Le cose poi si complicano ancora di più non appena il passato bussa alla porta di lei… un passato di nome Damiano, il suo primo, vero amore, il suo ex adorato e mai dimenticato.

La trama dunque, pur partendo attraverso un ritmo lento e minuzioso, poiché sempre attento ai dettagli, si arricchisce di intrecci fino a rivelare anche piccoli, ma avvincenti colpi di scena (tra segreti di famiglia e verità nascoste) e verte verso un finale non scontato che tuttavia il mio intuito femminile è stato in grado di presentire e che mi ha soddisfatta in pieno perché personalmente, non solo credo nelle seconde possibilità, ma credo soprattutto nel valore delle famiglie unite.

Ho apprezzato questa storia proprio perché non è la solita favoletta sull’amore eterno, quello che perdura a dispetto di tutto, ma è una storia attuale, quindi di vita vera e vissuta, che parla di insoddisfazioni coniugali, incertezze, conflitti interiori, voglia di riscatto, tradimento e nostalgia di un passato mai vissuto fino in fondo, lasciandoci un messaggio molto importante: la passione tra uomo e donna è solo una fase transitoria, ma una famiglia e tutto quello che si costruisce con essa perdura nel tempo e bisogna fare tutto il possibile per non sfasciarla, soprattutto se scopriamo che ne vale ancora la pena. Mi è piaciuto infatti il cambiamento di Sergio, personaggio molto realistico e umano, con tutti i suoi pregi e difetti.

L’autrice inoltre enfatizza il valore della famiglia anche grazie ai flashback narrativi (per non parlare della ben più reale e analoga dedica a fine libro) in cui racconta e fa conoscere il rapporto speciale che Isabella aveva avuto con sua nonna Isadora, donando alla trama sprazzi di tenerezza e pura dolcezza.

Lo stile narrativo è sentimentale, nostalgico e scorrevole per quanto spesso meticoloso, mentre il lessico è delicato e raffinato, in sintonia con le tematiche che vengono elaborate con cura, senza trascurare nessun aspetto.

I personaggi che non sono molti, sono tutti ben caratterizzati, mentre l’ambientazione siciliana risulta affascinante, gradevole e ben descritta.

Un romanzo in definitiva intenso, che raccontando il cammino compiuto da una donna alla ricerca di se stessa, dei suoi veri sentimenti ed emozioni, una volta tanto non fa leva sull’erotismo per attirare l’attenzione. Riesce ad attirarla infatti per la sua capacità di narrare i banali momenti speciali vissuti dai protagonisti, senza mai rivelarsi veramente banale…

 

 

2 thoughts on “Banali momenti speciali

  1. Grazie mille per aver letto e apprezzato la storia, i sentimenti in essa descritti e per aver colto il significato e il messaggio.

Comments are closed.