Dolce peccato

Dolce peccato Book Cover Dolce peccato
Doranna Conti
Rosa \ Erotico
20 Ottobre 2016
eBook
180

Carol vive una vita che crede essere perfetta. Giovane e bella, gestisce nell'incantevole Londra il suo albergo dei sogni, prezioso dono di un marito facoltoso che però troppo spesso la lascia da sola, pensando esclusivamente al lavoro.
A un certo punto, però, si accorge che la sua vita esemplare e senza difetti a ben guardare non lo è poi così tanto, soprattutto quando l'incontro con un affascinate sconosciuto stravolgerà la sua intera esistenza. Cosa sarà disposta a rischiare, per essere davvero felice?

“Dolce peccato” non è il solito romance convenzionale che tratta di una coppia che si ama ma che viene separata dalle difficoltà della vita o roba simile, è una storia diversa che una volta tanto ha il coraggio di affrontare il tema del tradimento da parte di una donna.

Senza falsi moralismi l’autrice descrive l’attrazione fatale che la protagonista Carol prova per Jake, un affascinante pianista che sbucato quasi fuori dal nulla e del quale lei non sa molto, la conquista nel corpo e nell’anima.

Carol è una donna in carriera, motivata all’apparenza a tradire il marito perchè la trascura ed è assente per la maggior parte del tempo nella sua vita a causa del lavoro che svolge, ma solo andando avanti con la lettura si capirà che c’è più di questo.

Le scene d’amore e d’erotismo sono avvincenti e ben descritte, emozionano e fanno sognare, non scadono mai nella volgarità perchè la penna di Doranna Conti è elegante e talvolta anche ironica e rispetto ai suoi romanzi di esordio, si nota un’evoluzione. Ho letto altri romanzi di quest’autrice e non posso che confermare la sua abilità a descrivere le emozioni dei protagonisti, le loro riflessioni e il loro turbamenti psicologici. In questo caso, trascina il lettore in una lettura sempre più coinvolgente, gradevole e mai noiosa.

Il suo stile narrativo è generalmente fluido, non appesantito da ridondanze o da descrizioni iperboliche e soprattutto sa far sorridere al momento giusto inserendo dunque il suo garbato humor in dosi adeguate.

E’ da apprezzare inoltre il coraggio dimostrato dall’autrice per aver affrontato l’argomento scomodo del tradimento che per molti comunque non avrà giustificazioni. Non è facile difatti toccare un tema così scottante e non visto di buon occhio dalla massa riuscendo a donare ugualmente alla storia una confezione romantica. Nel bene e nel male ci si affeziona alla protagonista perchè nonostante le sue imperfezioni, non è una donna priva di coscienza, anzi, inizia a vivere di rimorsi e il tormento interiore per stare tradendo il marito non l’abbandona quasi fino alla fine o finché tutti i nodi non verranno al pettine e gli scheletri nell’armadio degli altri protagonisti, non salteranno fuori. C’è un piccolo colpo di scena infatti verso le ultime pagine.

Forse il il romanzo necessiterebbe di qualche approfondimento in alcuni punti, tipo sulla ragione che spinga Carol a perdere la testa per Jake dal primo secondo in cui lo incontra, poichè ci si chiede se accada solo perchè lo trovi affascinante o se per una questione di forte chimica tra loro. Il rapporto tra i due è trattato un po’ superficialmente nel senso che manca a livello narrativo la parte o fase che possa far comprendere come e quando si innamorano. L’autrice infatti si sofferma molto sulle scene erotiche e di forte passione e trascura di spiegare perchè l’uno si affeziona all’altro tanto che la loro attrazione si trasforma in amore anche se in fondo, fa parte della natura umana essere attratti gli uni dagli altri in maniera spesso irrazionale e indipendentemente dalle circostanze.

Il romanzo comunque affronta anche il tema dell’amicizia (quello che lega Jenny e Carol) ed è abile (o perlomeno tenta) a riscattare le colpe della protagonista. Un’opera in definitiva gradevole e di svago, non impegnativa.

 

stelle4