Duri come il granito (Vol. 1)

Duri come il granito (Vol. 1) Book Cover Duri come il granito (Vol. 1)
Serena Baldoni
Saggi \ Narrativa generale
Lettere Animate
22 Settembre 2016
eBook \ Cartaceo
170

Non tutti possono essere piegati. Non tutti possono divenire più duri del granito, molti di noi conserveranno la flaccidità dell’essere che accomuna una società malata e bisognosa di cure. Non tutti nascono e crescono restando quel che sono. Un viaggio svolto dall’interno di esperienze di vita, dai problemi alimentari come il sovrappeso, l’anoressia, dalle perdite, alle ingiustizie, al bullismo scolastico.

Questo non è un romanzo, ma un diario che raccoglie le memorie, i concetti e le riflessioni di una vita reale in cui ogni donna potrebbe rispecchiarsi o comunque trovare dettagli e situazioni che le ricordino una difficoltà o un’esperienza fatta in passato. E’ un vero e proprio viaggio nel mondo adolescenziale e poi più adulto che pur presentandosi stilisticamente introspettivo, racconta aneddoti, ma cita anche pensieri o analisi su diverse tematiche molto attuali che dunque hanno la funzione d’insegnare qualcosa (tematiche tutte molto ben approfondite come la falsità nelle relazioni, l’indifferenza o il cinismo della società, la prostituzione, l’omosessualità, le insicurezze, i drammi o i demoni interiori, i problemi alimentari ecc.).

Il messaggio che traspare da questo racconto di vita che sorprende, commuove e colpisce nel profondo in diversi momenti è proprio quello di dover far leva sulle difficoltà quotidiane, il dover trovare il coraggio di essere forti e in grado di sopravvivere a tutto senza spezzarci, anche quando ci troviamo di fronte alla perdita di persone che ci erano care per un motivo o per l’altro.

Malinconico come libro, soprattutto l’epilogo (comunque adoro le citazioni di sant’Agostino!) ma al contempo forte nel trattare con saggezza argomenti tutt’altro che frivoli. Un testo dunque a tratti psicologico che andrebbe assolutamente letto.

Semplice, maturo ed elegante il lessico dell’autrice e molto chiaro, fluido e coinvolgente il suo stile narrativo che ho adorato soprattutto in quei punti in cui si fa più confidenziale.