I guardiani degli inferi: giuramento di sangue

I guardiani degli inferi: giuramento di sangue Book Cover I guardiani degli inferi: giuramento di sangue
Daniela Ruggero
Horror
11 Marzo 2016
eBook
209

I legami di sangue sono stati spezzati e gli equilibri modificati. Ogni pedina è pronta sulla scacchiera degli Inferi, ma quando l'amore diventa ossessione e si trasforma in possesso la terra trema e le speranze vacillano. Messi in scacco dalle loro regole, i demoni degli Inferi, si troveranno ad affrontare il crollo di ogni certezza. Sarà Selene a pagare il prezzo delle scelte e Marcus si troverà per la seconda volta vittima del più alto atto d'amore: il sacrificio.

Continua la saga de’ “I Guardiani degli inferi” e per quanto ormai i personaggi si conoscono un po’ tutti, le emozioni non diminuiscono e neppure le sorprese.

La miscela di successo è sempre quella di toni molto dark e sensuali che si gustano tra le pagine condite da una narrazione ipnotica e fluida che mantiene alta l’attenzione del lettore.

Questo quarto capitolo si incentra a delineare accuratamente l’introspezione psicologica di Selene, sposa di Marcus, il principe degli Inferi. Viene narrato con stile avvincente il suo tormento interiore per ritrovarsi per amore in un mondo in fondo in contrasto con la sua natura umana. Selene è combattuta perchè sa di amare Marcus, ma al contempo sa di non essere fatta per una vita oscura, si sente sola e vive male il conflitto tra sentimento e ragione. Qualche lampo di follia di tanto in tanto la investe e il modo in cui Marcus la ama e cerca a suo modo di proteggerla da chiunque (perfino dal padre), nonostante sia farcito di momenti che inteneriscono e fanno battere il cuore, non è il modo in cui Selene vorrebbe essere amata. Lei è il simbolo della luce, lui quello delle tenebre, un connubio dunque inquietante che rappresenta l’eterna lotta tra il bene e il male che per quanto possa sembrare uno stereotipo, Daniela Ruggero riesce a rendere comunque succulento.

Marcus, per quanto figlio di Lucifero e personificazione del male, rimane il mio personaggio preferito tra tutti. La sua dualità mi ha conquistata sin dall’inizio e non sono mai stanca di leggere le sue avventure perchè un’altra abilità dell’autrice, è proprio quella di renderlo sempre affascinante. Le scene tra lui e Selene sono le più belle (o almeno per quanto riguarda i mie gusti), ma anche quelle con i personaggi secondari sono gustose perchè sono tutti ben caratterizzati e accattivanti e la giostra di eventi in cui vengono coinvolti è appassionante, ben congegnata e mai banale.

Il desiderio di libertà di Selene e le sue ribellioni, la condurranno verso sentieri spinosi che le faranno vivere delle brutte avventure. Quando questo l’ho visto accadere, non nego di averne sofferto molto e soprattutto verso la parte finale, mi è rimasto un senso di malinconia, ma come sempre l’autrice, attraverso un epilogo succulento, vuole tenere il lettore con il fiato sospeso e la curiosità di sapere come andrà finire e come il tutto si risolverà.

 

stelle5