Jason – Il coraggio di vivere

Jason - Il coraggio di vivere Book Cover Jason - Il coraggio di vivere
Debora Fazio
Narrativa contemporanea
20 Luglio 2015
eBook
171

Chicago, inizio anni '90. Jason è un ragazzino di diciassette anni che vive con la famiglia in un quartiere residenziale della città. La severità del padre, il suo eccessivo autoritarismo, la sua estrema possessività, gli precludono di vivere la vita serena e spensierata dei suoi anni, così come la possibilità di essere se stesso e di seguire la sua grande passione per il disegno. Un incontro casuale con Scott, una sera come tante, gli aprirà le porte di un mondo del tutto nuovo e particolare che non pensava esistesse, gli farà scoprire emozioni e sensazioni mai vissute prima e gli farà capire chi è veramente e cosa lo rende veramente felice. Un incontro che travolgerà e sconvolgerà letteralmente la sua vita e che lo farà crescere e maturare in tutti i sensi. Un incontro che gli conferirà, nel tempo, il coraggio di vivere la vita che vuole veramente e che, nel suo inconscio, probabilmente, ha sempre voluto. Una storia che toccherà le corde del vostro cuore e vi farà riflettere sui temi cardine dell'esistenza umana quali l'amore, la famiglia, l'amicizia, la Fede, il coraggio di essere se stessi e di lottare contro tutti e contro tutto per i propri sogni e i propri ideali di vita.

Un romanzo che ha per soggetto l’omosessualità e il coraggio di essere se stessi pur andando incontro ai pregiudizi sociali, ma soprattutto famigliari.

In questa storia l’autrice illustra il suo pensiero sull’amore in generale, in qualunque forma sia provato. In questo caso si dedica a raccontare quello che provano l’uno verso l’altro due adolescenti e ci parla di un sentimento profondo e vero, l’amore dell’anima e non di una banale attrazione fisica, ma ci parla anche del coraggio di affrontare i dissensi altrui, di lottare per la propria felicità e di vivere la vita come si desidera poichè non si vive per accontentare gli altri, nè si è degni di rispetto o amore solo se si fa quello che la gente che ci circonda approva.

Il protagonista è Jason, un ragazzo fragile ed emotivo che pur godendo dell’amore incondizionato da parte di sua madre, donna buona, comprensiva e premurosa, riesce piano piano a trovare la forza per affrontare tante avversità durante la sua giovinezza come il timore di guardarsi bene dentro per capire chi sia e cosa realmente desidera dalla vita, l’ipocrisia di determinate persone che lo circondano, i loro giudizi facili e discriminanti, le malattie, ma soprattutto le fissazioni e le intolleranze di un padre duro e autoritario che non riesce ad accettare il fatto che sia omosessuale, tanto da credere che la sua sia solo una “patologia”.

Il finale tiene con il fiato sospeso e benchè abbia sfumature che sembrano puntare verso una sgradevole tragedia, tutto d’improvviso prende un’altra piega e volgendosi verso il riscatto, ci lascia un bel messaggio su quale sia il vero senso dell’amore.

Il lessico è semplice ma al contempo elegante anche se non ho compreso il perchè dell’uso delle doppie coppie di virgolette durante l’apertura e la chiusura di ogni dialogo, mentre lo stile narrativo è fluido, asciutto e malinconico anche se non manca dal rivelarsi genuino e trascinante.

La trama sviluppata in ambito adolescenziale suscita tenerezza e nonostante qualche stereotipo, la lettura scorre veloce ed emoziona lasciando qualcosa dentro perchè fa riflettere sulla varietà dei modi di essere e sentire della natura umana. In definitiva un romanzo di formazione intenso e delicato.

 

stelle4