Luna nel lago

Luna nel lago Book Cover Luna nel lago
Fabrizio Fenu
Narrativa generale
Lettere Animate
22 Aprile 2015
eBook
392

L'estate più afosa degli ultimi cinquant'anni quella in cui sono costretti a muoversi i personaggi di questo romanzo. Una calura insopportabile, che condiziona, se non determina, ogni loro comportamento e pensiero, una presenza fisica e materiale che diventa essa stessa protagonista, inducendo tutti gli attori della storia a un profondo cambiamento, a fare i conti con se stessi e il loro passato.
Un matrimonio in crisi, un marito che si trova a vivere una situazione borderline fra droga e sesso, un disco bar alla periferia di Milano: Luna nel Lago e una misteriosa ragazza madre. Intrecci, amori e vizi in questo romanzo dai mille volti.

Devo dire la verità, ho incontrato difficoltà nella lettura di questo libro. Non mi è risultato semplice entrare subito nel pieno della storia perchè la narrazione benchè mai ridondante, mi è apparsa confusionaria, dispersiva in certi punti e appesantita da descrizioni prolisse e riflessioni e dettagli abbastanza superflui (non sopporto quegli stili narrativi che si concentrano a illustrare anche particolari che in realtà non aggiungono nulla alla trama e che quindi non contribuiscono al suo sviluppo) ma questo è solo un giudizio personale. Prediligo infatti un tipo di narrazione più fluida, più semplice, più misurata e più diretta che non faccia troppi giri di parole (sprecando decine di righe) nel raccontare un fatto che possa magari essere raccontato in due righe invece.

Ho trovato poi la scrittura anche un po’ fredda e talvolta impersonale, così il ponte emotivo tra lettura e personaggi mi è venuto a mancare. I protagonisti, per quanto interessanti e ben caratterizzati, mi sono sembrati un po’ inverosimili in certi atteggiamenti. Solo andando avanti con la lettura gli intrecci e i fatti raccontati hanno cominciato a essere più chiari e la narrazione si è alleggerita un pochino diventando più scorrevole e in certi momenti perfino ironica. Ho iniziato così a capire meglio i ruoli dei personaggi e la giostra di eventi in cui vengono coinvolti.

La trama sorretta da dialoghi comunque impeccabili e brillanti, è tragicomica in diversi punti e tratta situazioni di vita vera che hanno talvolta risvolti grotteschi.

L’epilogo è un po’ malinconico e lascia riflettere.

Metaforico il titolo scelto per il libro, non avrebbe potuto essere più indovinato di così!

L’autore certamente ha un buon lessico, molto ricco di vocaboli, maturo e pulito in quanto privo di refusi e questo non può che essere un buon punto a suo favore, ma il mio consiglio rimane quello di sfoltire la narrazione per rendere il libro più alla portata di tutti i tipi di pubblico.

 

stelle2