Mia

Mia Book Cover Mia
Daniela Ruggero
Dark romance
4 Aprile 2017
eBook \ Cartaceo
182

L'amore che unisce Mia e Dave è intenso quanto la loro giovane età. Nonostante lui debba partire per frequentare la London School of Economics, decidono di proseguire la loro relazione a dispetto della distanza che li separerà. Josh è il cugino di Dave, dopo aver conseguito la laurea si trasferisce in Italia per mantenere fede alla promessa fatta alla madre sul letto di morte. Le loro vite si intrecceranno in modo inaspettato. Mia assaporerà il gusto amaro delle lacrime, del tradimento e del rimorso. Imparerà a sue spese quanto possa essere profondo l'abisso del dolore e come rinascere e cambiare pelle sia l'unica via per onorare la vita.

“Mia”, la nuova fatica letteraria di Daniela Ruggero, autrice che ormai seguo da molto tempo e che mi è entrata nel cuore, non è certamente un romance per tutti (come non lo era il suo precedente “Broken”, dopotutto) perchè a metà strada tra young adult e dark romance, non possiede il classico lieto fine che molti si aspettano, anzi pretendono. Tuttavia, un’opera non destinata a compiacere la massa, non è necessariamente un’opera meno apprezzabile o degna di critiche e stroncature. E’ solo una questione di gusti, in fondo.

Un romanzo trattante una storia d’amore infatti, per piacere o per essere considerato un capolavoro, non ha l’obbligo di essere ricco di clichè e di dinamiche o evoluzioni di trama standard. Forse anche per questo adoro lo stile di questa autrice. Lei non accetta mai alcun compromesso ma preferisce preservare e rimanere fedele al proprio stile e alle proprie ispirazioni. Racconta (nei romance perlomeno) storie attuali, di vita vera, ricche di contenuti che toccano nel profondo proprio grazie a uno stile disincantato e non estraneo a drammi.

Questa volta tuttavia, perlomeno all’inizio, il lettore viene confuso perchè la trama si trascina per gran parte del libro  nella veste di storiella per adolescenti, conservando toni romantici e leggeri generalmente graditi dal pubblico, finchè un susseguirsi di colpi di scena non ribalta tutto. Alcuni di essi potranno far gelare il sangue a un certo punto, eppure eppure, non si riesce a smettere di leggere poichè l’autrice rende ogni avvenimento e intrigo sempre più interessante e tutt’altro che prevedibile mano mano che procede a raccontarli.

E’ il romanzo in sé per sé e in generale a non essere scontato in verità e perlomeno secondo il mio giudizio, questo è un pregio nei romance di oggi.

Il titolo di quest’opera, “Mia” è ambiguo, di doppio significato ma riassume il senso della storia che s’incentra sulla gioia e la passione che una ragazza prova nell’appartenere solo all’uomo che l’ha resa donna e che ritiene anche l’unico al mondo che potrà mai amare. Mia infatti è un’adolescente romantica e sognatrice, investe ogni sua energia e fiducia nel suo rapporto con Dave, il suo fidanzato bello e sexy che adora e con il quale sembra aver trovato un’intesa perfetta e sebbene inizialmente appaiano adorabili insieme, l’autrice ha in serbo per i lettori non poche sorprese. Con tatto e abilità, mette sin da subito comunque i primi picchetti che aiutino a comprendere che non sempre l’amore è “incorruttibile” e che qualsiasi convinzione non sia sempre giusta e vera. Mia difatti, pur essendo convinta di non poter amare nessun altro diverso da Dave, è attratta sin dal primo incontro di sguardi dal cugino di quest’ultimo, Josh, personaggio accattivante e un po’ enigmatico.

Il romanzo tuttavia non cadrà nella trappola del clichè del triangolo tipico di molti romance, ma si spingerà verso evoluzioni ben differenti che finiranno comunque con il lasciare con l’amaro in bocca.

L’autrice traccia con abilità tutti i profili psicologici dei protagonisti e traccia con maestria un ritratto alquanto malinconico ma realistico del mondo dei giovani adulti e di tutte le loro difficoltà.

Tanti i temi toccati in questo caso: il primo amore; il primo approccio con il sesso; l’attrazione repressa che poi sfocia in amore; le prime gravi delusioni d’amore; il rapporto non sempre facile eppure importante con i genitori separati (Mia adora sua madre perchè le offre un senso di affetto, di protezione e sicurezza a differenza del padre che non le è mai stato molto vicino e che lei un po’ disprezza perchè è in procinto di sposare una ventiquattrenne); le difficoltà delle relazioni a distanza; i tradimenti; la tracotanza di alcune famiglie; le bugie e le false amicizie che celano segreti inimmaginabili mossi dall’invidia e in ultimo, il dramma della perdita di qualcuno importante che lascia tuttavia con la speranza che il futuro possa sanare le ferite e concedere opportunità migliori per essere felici.

Un’opera in definitiva dolce-amara, narrata in maniera sciolta ma scrupolosa che a mio giudizio merita tutte le stelline per il coraggio dimostrato dall’autrice nel trattare temi anti-commerciali e non di comodo poichè scottanti, duri e amari ma non per questo meno degni di valore, attenzione e capacità di emozionare e appassionare.

 

 

2 thoughts on “Mia

Comments are closed.