Potrei morire di te (Piacere russo Vol. 1)

Potrei morire di te (Piacere russo Vol. 1) Book Cover Potrei morire di te (Piacere russo Vol. 1)
Malia Delrai
Rosa \ Erotico
24 Dicembre 2014
eBook \ Cartaceo
275

L’avrebbe distrutta se avesse voluto farlo ed era pronta ad accettarlo, ma con quale ragione?
«Puoi aver fatto cose atroci, me ne rendo conto» gli confessò «lo sapevo dal primo momento che ti ho visto»
«E?» si interruppe lui con quella parola strozzata.
«E ho deciso che la morale passava in secondo piano, perché al primo posto ci sei stato improvvisamente tu».

Quando Selene viene venduta a un uomo bellissimo e affascinante, non può credere che sarà lui a iniziarla ai piaceri del sesso, che ancora non conosce. Roman è russo, esponente di una potente mafia del Paese, e non è un uomo come gli altri. Lei l’ha capito al primo sguardo, capace di soggiogarla e schiacciarla con la sua forza. Il fascino potente che emana da lui, la fa fremere e ricercare qualcosa di diverso nella vita; l’abitudine del passato non le appartiene più, non la soddisfa. Ritrovarsi nelle spire di un traffico di prostituzione non la abbatte, Selene si rialza, e per farlo si deve fidare di lui, Roman Aleksandrovic Nevskij, un carnefice che parla la sua lingua perfettamente e i cui occhi verdi la trapassano da parte a parte per sedurla

Un romanzo dalle tinte erotiche che vi inizierà a una dimensione d’amore tra una vittima e il suo salvatore, dove la morale è nascosta nel sentimento più profondo che esiste. L’amore vince su tutto, anche quando non ci crediamo.

Ho divorato questo romanzo in un giorno trovandolo parecchio intrigante, il suo stile mi ha ricordato in parte quello della scrittrice Bertrice Small che io adoro.

Qualcuno ha definito la storia narrata indelicata per via di come tratta l’argomento della vendita delle prostitute. Dal mio punto di vista, i romanzi erotici non nascono con l’obbligo di essere in sintonia con la realtà e i suoi drammi, con le convenzioni sociali o con il dovere di essere delicati, tantomeno con il dovere di essere romanzi impegnativi o da prendere sul serio perchè leggere non è solo ricercare cultura e perfezione nei dettagli, ma è in gran parte anche evasione. Specialmente il genere erotico è mirato per far evadere dalla noia quotidiana e per far sognare le persone romantiche e ritengo che quest’obiettivo l’autrice lo abbia centrato senz’altro in questo caso.

Il genere erotico può non piacere a tutti e chi non lo tollera ovviamente non lo gradirà. A mio avviso questa storia non è banale, ha qualcosa che colpisce nel modo in cui tutto accade e i protagonisti, per quanto imperfetti, fanno sognare perchè fa sognare il modo in cui nasce l’amore tra di loro. Lui rude e sessomane si scoprirà essere in realtà un uomo dolce e protettivo, forse alla ricerca del vero amore, della donna da sentire totalmente sua perchè pura nel fisico e nell’anima e lei, avvinta da un’attrazione fatale nei confronti di lui che non riesce a soffocare sin dal primo momento, non riuscirà a fare a meno di innamorarsi al punto tale da mettere da parte ogni orgoglio… quante donne in fondo si mostrano così quando sono profondamente attratte e innamorate di un uomo? Tante, perciò non è difficile immedesimarsi in Selene.

Ho trovato diverse critiche negative sul web su questo romanzo che non condivido. Spesso, coloro che lo hanno criticato, lo hanno comunque letto fino alla fine e questo prova che ne erano incuriositi e di solito, quando qualcosa incuriosisce, accade perchè interessa, piace, alletta o attrae…

Secondo me l’autrice Malia Delrai ha talento a scrivere questo genere di storie perchè riesce a emozionare e a far evadere dalla realtà al di là delle imperfezioni e dei moralismi non necessari da pretendere in quello che in fondo è solo un romanzo erotico e non una biografia o una realtà! Far sognare o far evadere dalla noia quotidiana i lettori è importante e già un ottimo traguardo per uno\a scrittore\trice ed è quanto di meglio personalmente mi aspetto che un romanzo d’amore faccia!

 

stelle5